Blog spia

bullismo

Acoso Escolar

Il bullismo è un fenomeno diffuso che ha finalmente mostrato il suo volto. Quello che per anni è stato considerato ¿cose da bambini, oggi sappiamo che è un vero problema per la società.

I dati sulle situazioni di bullismo in ambito scolastico non hanno smesso di crescere negli ultimi anni. Secondo l'ONG Bullying Without Borders, la Spagna è uno dei paesi con il maggior numero di episodi di bullismo scolastico . Tra il 2020 e il 2021 nel nostro Paese sono state registrate 11.229 situazioni gravi di bullismo in ambito educativo e cyberbullismo.

Cosa è cambiato nel bullismo?

Se ti consulti con persone intorno a te che appartengono a generazioni precedenti alla tua, possono sicuramente parlarti di casi di questo tipo di molestie. E, possibilmente, anche tu hai vissuto episodi a scuola o in istituto, pur non essendone la vittima.

Quello che oggi conosciamo come bullismo scolastico è sempre esistito, ma sono cambiate sia le modalità di realizzarlo sia la sua intensità .

Qualche decennio fa, episodi di questo tipo consistevano in insulti e scherni della vittima . Ora, i comportamenti sono più gravi. A questi insulti e scherni vanno aggiunte le aggressioni fisiche che, nei casi più estremi, possono diventare anche aggressioni sessuali.

Attualmente, il bambino o il giovane non è esente dal bullismo quando torna a casa . Le nuove tecnologie portano il bullismo a un nuovo livello e gli danno ancora più diffusione. Le vittime vengono molestate attraverso i loro social network o il loro telefono. In effetti, non è strano che altre persone che non sanno chi stanno schiacciando si uniscano al bullismo.

Perché è avvenuto questo cambiamento?

Psicologi, sociologi ed educatori hanno cercato di trovare spiegazioni e sono giunti alla conclusione che non esiste un'unica ragione che spieghi quanto sta accadendo.

C'è meno comunicazione tra insegnanti e studenti

Con classi piene di bambini o adolescenti e un programma di lavoro che lascia poco tempo per qualsiasi cosa diversa dall'insegnamento, gli insegnanti hanno meno rapporti personali con i loro studenti.

Ciò sta rendendo ancora più complicata l'individuazione della situazione di molestia . L'insegnante non ha abbastanza tempo per valutare il comportamento di alcuni studenti e analizzare se potrebbe succedere qualcosa. E gli studenti non si fidano dell'insegnante, quindi di solito non cercano il suo aiuto.

Si crea così un terreno fertile in cui i molestatori sanno di poter agire impunemente , perché la vittima ha pochissime possibilità di difesa.

la pandemia

Non sarai sorpreso di apprendere che gli esperti ritengono che la pandemia sia anche in parte responsabile dell'aumento del bullismo.

Quando è stato decretato il confinamento, i minori hanno dovuto seguire il corso online e la supervisione dei genitori sull'uso di Internet è diminuita. Ciò ha consentito a molti bambini e giovani di accedere a un ambiente in cui l' anonimato e la mancanza di controllo rendono facile per loro fare il prepotente con gli altri senza timore di conseguenze.

I nuovi modelli genitoriali

Il modo di crescere i figli oggi non ha nulla a che vedere con quello di qualche decennio fa, e questo ha la sua parte buona e la sua parte cattiva.

Sfortunatamente, madri e padri hanno difficoltà a riconciliarsi e non possono trascorrere con i propri figli tutto il tempo che vorrebbero. Per compensare questa assenza, molti commettono l'errore di non applicare la giusta disciplina .

I bambini crescono senza un punto di riferimento per quanto riguarda l'autorità e il rispetto per gli altri. Abituati, in molti casi, a farsi concedere tutto ciò che chiedono purché non diano fastidio. Il risultato sono bambini e giovani con poca o nessuna resistenza alla frustrazione .

Meno una persona resiste alla frustrazione, più è probabile che finisca per agire in modo sbagliato nei confronti di coloro che non soddisfano i suoi desideri. A volte mostrerà un carattere dispotico e, nei casi più gravi, può diventare violento.

L'effetto gregge nel bullismo scolastico

Un altro fattore che ha contribuito all'aumento del bullismo nelle scuole e negli istituti è il fatto che il bullo ha il sostegno dei suoi coetanei.

Nel bullismo, come si intendeva qualche anno fa, un piccolo gruppo di ragazzi faceva il prepotente con un altro. Ora, gran parte della classe partecipa alle prese in giro , e questo è ciò che è noto come effetto gregge.

Molti bambini non saranno d'accordo con ciò che sta passando il loro partner e potrebbero non partecipare alle prese in giro e al bullismo. Ma acconsentono a ciò che accade ogni volta che non intervengono per aiutare, o non denunciano ciò che sta accadendo a un adulto .

Quel che è peggio, è noto che molti bambini e adolescenti non agiscono per aiutare le vittime di bullismo per paura di diventare loro stessi il prossimo bersaglio di atti violenti.

Questo fenomeno ha due conseguenze. Da un lato, incoraggia il molestatore o i molestatori principali a continuare ad agire, perché si sentono supportati . D'altra parte, genera un sentimento di impunità che fa intensificare le molestie .

Inoltre, per la vittima è particolarmente doloroso sentirsi abbandonata e non avere il sostegno dei propri coetanei.

Come prevenire il bullismo in classe?

La parola chiave è prevenzione , ma non basta. Affinché l'ambiente scolastico diventi un luogo sicuro per i bambini, è necessario che tutta la comunità sia coinvolta . Ciò include studenti, insegnanti, responsabili del centro educativo e, naturalmente, i genitori dei bambini o dei giovani.

Annulla l'effetto branco

Se terminiamo l'effetto branco che abbiamo visto in precedenza, lo stalker sarà in svantaggio . Per questo è necessario spiegare agli studenti che non devono acconsentire a comportamenti violenti, né verso se stessi né verso gli altri.

Quello che cerchiamo è di lasciare isolati il ​​molestatore o i molestatori. Che si rendano conto che ciò che fanno non li rende più al centro dell'attenzione , ma è qualcosa che i loro coetanei rinnegano.

Possiamo raggiungere questo obiettivo solo lavorando con gli studenti attraverso discorsi e attività che li aiutino a capire quanto sia grave non fare nulla quando un altro viene molestato. Se eliminiamo l'effetto gregge, trasformiamo i bambini nei migliori tutori contro il bullismo .

Sviluppare la fiducia tra genitori e figli

I genitori sono sempre un riferimento per i propri figli. Quando un bambino ha un problema, o un dubbio importante, consulterà sicuramente la madre o il padre prima con una terza parte. Ma questo non accadrà se non c'è fiducia.

Anche se il tempo in cui genitori e figli possono stare insieme è limitato, bisogna sfruttarlo al meglio. Parlare è la porta che dà accesso alla fiducia , e bisogna parlare di tutto, delle cose importanti e di quelle che non lo sono.

Se il bambino sa di trovarsi in un ambiente sicuro e di poter parlare di qualsiasi cosa con i suoi genitori, finirà sicuramente per parlare con loro dei suoi problemi a scuola o se ha visto i compagni abusare di un altro.

Fai un esempio

L'adulto deve essere più di una figura autoritaria per bambini e giovani, deve essere un leader . Diventa un modello.

Proprio come non possiamo chiedere ai bambini di leggere se nessuno a casa legge, non possiamo chiedere loro di trattare gli altri con rispetto se non lo facciamo noi. Genitori, insegnanti e tutti gli adulti che circondano i minori dovrebbero trattare il resto con gentilezza e rispetto .

I bambini assimilano inconsciamente questo comportamento e lo applicano agli altri, siano essi adulti o altri bambini.

Apri la cerchia sociale dei bambini

Un buon modo per combattere il bullismo è aprire la cerchia sociale dei bambini, insegnare loro che ci sono altre persone oltre le mura della scuola o della comunità di quartiere.

Se lasciamo che i bambini si esprimano e facciano le cose che gli piacciono, si mescoleranno con ragazzi e ragazze di altri contesti. Questo li aiuterà ad acquisire autostima , a creare fiducia con le altre persone . In questo modo evitiamo che un bambino diventi una vittima silenziosa del bullismo , ma anche che diventi uno stalker.

In breve, dobbiamo lavorare:

  • L'autostima dei bambini.
  • Fiducia tra genitori e figli.
  • Comunicazione a tutti i livelli.
  • Empatia verso gli altri.

Prodotti per prevenire il bullismo

Le nuove tecnologie hanno aggravato il problema del bullismo, ma possono anche essere nostri alleati nella lotta contro di esso. Pensi che tuo figlio o tua figlia sia vittima di bullismo? Un registratore nascosto può essere una buona opzione nel tuo caso.

Lo metti nello zaino o nel suo cappotto senza che lui se ne accorga e il dispositivo si occuperà di catturare ciò che sta accadendo intorno al minore . Ha una grande autonomia e puoi scaricare gli audio sul tuo computer. In questo modo verificherai se il bambino ha un problema .

Contro il bullismo scolastico, ogni precauzione è poca cosa. Fortunatamente, la sensibilizzazione della società e le nuove tecnologie possono aiutarci a sradicare questa piaga sociale e proteggere i nostri bambini e adolescenti.

Se tuo figlio, tua figlia o un conoscente soffre di bullismo, contatta le telecamere spia e ti consiglieremo in modo che tu possa rilevarlo e risolverlo il prima possibile.